Produzioni | Moz-Art

Moz-Art

A 250 anni dalla sua nascita, il marchio Mozart fattura oltre 5 miliardi di Euro l’anno, come un’azienda colossale, che nel mondo degli affari si colloca al 51esimo posto, sul pianeta, ben prima di giganti della cosmesi come l’Oreal. Un business immenso… avviato quando Mozart era ancora bambino, basato certo su musiche divine, ma anche su incredibili fandonie e leggende da romanzetto, che il grande pubblico apprezza e continua a credere vere. Nessuno, nell’infinito numero di quanti guadagnano su di lui, dagli editori, ai cioccolatieri, agli albergatori austriaci, ha interesse a ritoccare una leggenda tanto redditizia. E raccontare chi era davvero Mozart. L’illuminato testo di Vittorio Cielo farà conoscere al pubblico i risultati clamorosi delle ricerche storiche sul Genio, che demoliscono le favole hollywoodiane, premiate con ben 9 Premi Oscar, del film "Amadeus". Povertà? Veleni? Genio incompreso? Mariano Rigillo, nelle vesti del celeberrimo musicista italiano Antonio Salieri, guiderà il pubblico, passo per passo, nei segreti della Vienna imperiale di fine ‘700. I danzatori contrappongono alla sregolatezza del genio la sua opera divina, vivendo con compiacimento, divertimento, passione le musiche del grande artista. I danzatori diventano così un degno interlocutore all’unica voce che tenta di demolire il mito “Mozart”, riuscendo a concretizzare ogni volta la magia della musica. Moz.Art è una novità assoluta che indica tra ironia e stupore una nuova strada per iniziare a raccontare "chi era veramente" Johannes Chrysostomus Wolfangus Teofilus Mozart.

  • Categoria: Teatro
  • Di: Vittorio Cielo
  • Regia: Tuccio Guicciardini
  • Coreografia: Patrizia de Bari
  • Con: Mariano Rigillo, Clady Tancredi, Frida Vannini, Giacomo Milli, Giada Negroni, Rosanna Pingani
  • Costumi: Marilù Sasso
  • Scenografia e luci: Loris Giancola
  • Luci: Lucilla Baroni
  • Musiche: W. A. Mozart
  • Durata: 65’ minuti
  • Con il sostegno di: Dipartimento dello Spettacolo - Regione Toscana